Diritto e libertà

03 Giugno 2020

Pochi forse hanno notato che dall’inizio di maggio gli eserciti di India e Cina si confrontano su di una frontiera – quella himalayana – che nessuno dei due paesi ha mai riconosciuto. Eppure, quanto sta accadendo sul lago di Pangong e nella valle di Galwan, nella regione del Ladakh, è importante perché a tutti gli effetti è un contrasto fra due potenze nucleari 

21 Maggio 2020

In uno Stato di diritto le dimissioni del ministro Bonafede sarebbero state reclamate per l’unica colpa che, significativamente, non gli è stata attribuita: aver permesso che l’immagine del suo dicastero e dunque del governo tutto rimanesse esposta allo sfregio di quell’insinuazione, il passo indietro nella scelta del vertice dell’amministrazione penitenziaria dopo che non meglio indicate realtà criminali avrebbero sussurrato il proprio veto.

21 Maggio 2020

Non occorre essere marxisti per considerare con attenzione l’analisi di Guj Debord; infatti, io non lo sono e non lo sono neppure mai stato. Lo scrittore filosofo francese nel 1967 pubblicò “La società dello spettacolo” in cui la moderna società delle “immagini” avanza inesorabilmente.
Sono gli stessi anni in cui si afferma, nello scenario occidentale dell’arte, la pop art di cui Andy Warhol.

20 Maggio 2020

La pandemia ha slatentizzato diverse pulsioni iscritte nel DNA "italianista" e caratterizzanti il mercato socio-politico italiano in maniera carsica sin da quando d'Italia si può parlare. (Ora riemergono in tutta la loro brutale naturalezza, ora fattori materiali e spirituali contingenti le fanno rifluire nel sottosuolo, dove "si limitano" a inquinare le falde della democrazia liberale… ). Anche il Covid-19 è una pagina dell’autobiografia politica della nazione.

18 Maggio 2020

La cosa più vera da dire è indicibile: e cioè che il “caso Tortora” non fu caso di malagiustizia. E la riprova è questa: che l’urto giuridico, civile e politico di quel caso si è registrato senza trasmettersi alla tempra generale del Paese, senza comporsi in un sentimento di condivisa riprovazione, senza consolidarsi in una simbolica pietra di inciampo a evocazione d’un fatto gravemente memorabile.

06 Maggio 2020

“Once upon a virus” il titolo di un video satirico pubblicato da Xinhua News, agenzia stampa ufficiale del regime cinese, e rilanciato dai profili social di varie ambasciate cinesi nel mondo. “C’era una volta un virus”: il video rappresenta a mo’ di lego (con voci acute e da cartoni) i cinesi e gli americani che si contrappongono in una diatriba sulla gestione del virus. Gli Stati Uniti, che sono rappresentati da una Statua della Libertà formato lego, appaiono capricciosi ed infantili.

04 Maggio 2020

Ieri, durante una trasmissione esemplare del degrado dell’informazione in Italia è andata in onda una scenetta esemplare del degrado dell’ideologia dell’antimafia “professionistica”.

04 Maggio 2020

“Il carcere così com’è oggi, in Italia, è da abolire. Non faccio nessuna fatica a dirlo. Conosco l’obiezione e perciò aggiungo: abolire il carcere non significa lasciare chi è pericoloso libero di fare del male agli altri”. Gherardo Colombo, oggi, su HP. Seguono spiegazioni, su come e perché si può impedire “la condotta antisociale”, senza murare viva una persona.