Diritto e libertà

04 Dicembre 2020

Comincia a succedere sempre più spesso, troppo spesso, che pensino alla morte prima di addormentarsi; che non riescano a chiudere occhio per tutta la notte; che appaiano tristi e spenti, ogni giorno di più. E queste confessioni, a dispetto del loro pudore adolescenziale, sempre più spesso iniziano ad affiorare nel corso dei collegamenti con i professori. Ed è una richiesta di aiuto.

02 Dicembre 2020

A cinquant’anni dall’approvazione della legge sul divorzio, vale la pena di riflettere su quella che fu la matrice culturale – del tutto singolare e non genericamente progressista – che portò l’Italia a una riforma tardiva eppure ancora inconcepibile nell’Italia degli ‘60.

01 Dicembre 2020

Il 15 novembre scorso mentre in Italia si discuteva di zone gialle, rosse e arancioni e negli Stati Uniti si era appena concluso lo spoglio delle elezioni Presidenziali in Georgia, ad Hanoi, in Vietnam 15 Governi di Asia e Oceania hanno sottoscritto il più ampio accordo commerciale del Mondo, che riguarda il 30% del Pil mondiale e oltre 2 miliardi di abitanti.

30 Novembre 2020

Sulla querelle (Mattia)Feltri-Boldrini ho letto molti commenti di giornalisti preoccupati di tenere una posizione “equilibrata” e quindi di tirare un colpo al cerchio della solidarietà e della libertà professionale e un altro alla botte del conformismo antisessista, che impone di considerare insindacabile ogni opinione coperta dalla speciale immunità della devozione alla causa.

28 Novembre 2020

La Francia, forse più di tutti rappresenta lo spirito dell’illuminismo e della libertà di espressione, anche quando si tratta di blasfemia come recentemente ricordato dal Presidente Macron dopo la decapitazione del professore Paty. Stupisce dunque che pochi giorni fa, l’Assemblea Nazionale abbia deciso di approvare una controversa legge, la loi “sécurité globale”, che estende i poteri della polizia e limita le libertà di stampa.

27 Novembre 2020

Con la morte de la Mano de Dios, la mitografia maradoniana ha avuto purtroppo il più prevedibile e stucchevole degli esiti. Lasciamo ovviamente da parte la considerazione sulla grandezza di quel calciatore che la devozione popolare aveva decretato essere “megl'e Pelé”,

23 Novembre 2020

Ce lo siamo sentito ripetere furiosamente, questo imperativo assoluto, accompagnato da un’espressione di panico mista a quella di un invasamento: prima di tutto, prima di ogni altra cosa, viene la nostra vita. Sfuggire all’epidemia di Covid viene prima della libertà, prima di ogni valore religioso, viene addirittura prima dei riti più ancestrali, che credevamo intangibili, come la sepoltura dei morti. Perché è successo anche questo.

20 Novembre 2020

La terza e ultima delle periodizzazioni storiche presentate nella prima parte della rapida carrellata sui trent’anni che ci separano dalla caduta del Muro è la fase della rivolta “anti-sistema” e del populismo come ideologia di potere. Durata circa un decennio, incontra il suo primo e fondamentale punto di rottura con la crisi del covid-19 che, a circa un anno di distanza, è diventata palesemente anche una crisi del modello di Stato liberal-democratico.