Diritto e libertà

04 Marzo 2020

La crisi politica e umanitaria siriana è una clamorosa smentita dei i pregiudizi “populisticamente corretti” post 11 settembre e di tutte le auto-colpevolizzazioni, con cui il mondo democratico ha pensato di espiare eroicamente l’impazzimento del mondo non democratico arabo e mediorientale.

03 Marzo 2020

Giubilate, dicevano, perché ogni lestofante sarà d'ora in poi adeguatamente pedinato, intercettato, messo in ceppi, punito: ormai nessuno potrà sfuggire. Voi probi cittadini non avete nulla da temere, se siete veramente onesti.

27 Febbraio 2020

Vediamo se si capisce così: “Il territorio del Lodigiano è devastato, abbiamo una economia in ginocchio", ha detto in queste ore, il Sindaco di Lodi. Ora, per considerare i termini politici e civili dei trojan horses, o “virus di stato” (definizione corrente fra gli studiosi e in giurisprudenza, non una battutina di cattivo gusto), occorre immaginare “il dopo”.

25 Febbraio 2020

Il vero decadimento morale delle società occidentali, che riemerge in periodi di crisi come questa epidemia o come col terrorismo organizzato qualche anno fa, è secondo me la rimozione della tragedia in cui viviamo. Ci siamo dimenticati che le disgrazie accadono, che accadono proprio naturalmente, e per questo siamo portati a esigere colpevoli.

15 Febbraio 2020

Ormai è una abitudine. Molti radicali (e alcuni liberali e garantisti) hanno criticato la scelta di Emma Bonino e della maggioranza del Senato di votare a favore della concessione dell’autorizzazione a procedere chiesta dai magistrati di Catania nei confronti del Ministro Salvini.

14 Febbraio 2020

La Corte Costituzionale, s’intende, come ogni giudice, decide su questioni determinate, circoscritte. Ma, dato che queste sono “leggi”, le sue sentenze, statutariamente, possiedono un “lievito politico”. Tanto più se la legge è una legge penale, vale a dire, posta a limitare la libertà personale; il nucleo del conflitto fra l’uomo e il Leviatano.

12 Febbraio 2020

Ora che Assad con l’aiuto della Russia sta muovendo, generando del malcontento anche in Erdogan, una nuova sanguinosa offensiva nel Nord della Siria, con bombardamenti sui civili di Idlib e di Aleppo, la comunità internazionale tace, non ci sono pacifisti che manifestano per la fine della guerra, non ci sono antimperialisti che si disperano per l’espansionismo russo in Medio Oriente.

07 Febbraio 2020

Non dico che non ho mai visto nulla di tanto osceno perché basta girarsi verso qualsiasi cosa normalmente italiana - sia per strada o su un giornale o in televisione o a teatro o sui banchi di libreria o in tribunale o a scuola o in parrocchia e ovunque dal salotto alto all’ultimo cesso pubblico - perché quella medesima oscenità ti venga incontro uguale uguale.