Istituzioni ed economia

22 Maggio 2019

Secondo l’Economist  il 2019 sarà “l’anno dei vegani”. Cresce anno dopo anno il numero di persone che rinuncia alla carne e ai derivati animali, o magari soltanto alla prima, così come aumentano i cosiddetti “riduzionisti”, onnivori selettivi, ecc. Numeri da capogiro: negli ultimi dieci anni le persone che si identificano come vegane sono cresciute del 350% nel Regno Unito, del 400% in Portogallo, e del 600% negli Stati Uniti tra il 2014 e il 2017.

21 Maggio 2019



In un Paese con decine di milioni di elettori, come l'Italia, esiste una soglia magica del consenso elettorale: magica perché, come in certe favole, per le forze politiche che riescono a superarla si aprono scenari meravigliosi di forza, stabilità e potenza.

15 Maggio 2019

Le prossime elezioni europee rappresentano uno spartiacque epocale. Da più parti questa è una affermazione ripetuta e, in Italia, fa il paio con quella che attesta un parallelismo tra le europee alle porte e elezioni generali del 1948.

08 Maggio 2019

La nostalgia del Ventennio, la caccia ai rom o ai "ladri", le mascherate giustizialiste o garantiste sui casi di corruzione tentata, riuscita o malintesa: il materiale di questa campagna elettorale è doppiamente tossico.

04 Maggio 2019

"Ordine e disciplina" è da sempre la versione pubblica della violenza politica privata. È il teppismo che si fa potere. Lo squadrismo che si fa Stato. Il manganello che si fa legge. È la violenza che si fa ordine insorgendo dentro (e contro) il disordine violento, ma senza mutarne il segno.

02 Maggio 2019

La dico subito: "Diffidate da chi si proclama ambientalista e non è vegano". Certo il vegetarianesimo aiuta, ma senza il passaggio definitivo a una dieta esclusivamente basata sulle piante le credenziali non saranno a cinque stelle (oddio che ho detto!). Se ancora non siete pronti al vegetale 100%, ci potrebbero essere le carni coltivate in laboratorio.

29 Aprile 2019

Il sequestro di Abu Omar da parte di un commando della CIA su suolo meneghino si consumò nel 2002, Governo Berlusconi II, ministro degli Esteri Frattini, ministro degli Interni Pisanu. Siamo nel 2019, in tempi di post-(geo)politica. Non è più infatti l’Alleato atlantico a fare razzie nel nostro Paese (sovranista più che sovrano?) bensì addirittura la Corea del Nord.

27 Aprile 2019

Secondo Zingaretti l’Europa sarebbe “uno strumento per difendersi dalla globalizzazione”. Dopo pochi mesi il segretario del Pd torna a parlare di globalizzazione e sempre in termini critici, come qualcosa di minaccioso.