Istituzioni ed economia

29 Marzo 2018

Il regolamento dei gruppi parlamentari del M5S, diffuso ieri da Repubblica, prevede che il capo politico, Di Maio, possa espellere dai gruppi chi vuole, per le ragioni che vuole, senza neppure il voto di deputati e senatori e che l'espulso sia obbligato a versare, a titolo di penale, 100.000 euro al M5S. Il tenore letterale della norma regolamentare è di involontario e macabro umorismo.

23 Marzo 2018

La politica monetaria, anche quando è indipendente dal potere politico e dai governi, resta 'politica'. L’idea di una politica monetaria neutrale, con la Banca Centrale di fatto sostituita da un computer, è rimasta confinata nel mondo delle idee. Che in futuro possa essere un complesso algoritmo a sostituire i governatori è una possibilità, ma oggi e domani le scelte delle persone contano e conteranno.

23 Marzo 2018

La maggioranza dei parlamentari che sbarcheranno oggi a Palazzo Madama e Montecitorio, per dare avvio alla legislatura più pericolosa d’Europa (non ancora del mondo), arriveranno forti di un successo riconosciuto dalla generalità dei commentatori, che si sono affrettati a leggere il trionfo di Di Maio e di Salvini come una sorta di salutare, anche se confuso, regime change.

22 Marzo 2018

Quando in Italia era il politico più detestato a sinistra dopo Berlusconi, io Sarkozy lo avrei quasi votato. Prima che un conservatore antipatico ci vedevo uno che aveva capito per tempo come il campo da gioco andasse cambiato. A sinistra la vedevano diversamente, sia in Italia che in Francia. Mentre da noi quella identitaria era questione sospesa tra settarismo manettaro, operaismo di maniera e antiberlusconismo militante, loro avevano vissuto quasi come una liberazione la fine dell’era Mitterrand

20 Marzo 2018

Altro che ventata di gioventù. Il j'accuse di Nicholas Ferrante verso la dirigenza PD e il suo modo di spiegare le ragioni della sconfitta del 4 marzo sono un catalogo del luogocomunismo di una sinistra vecchia e bacucca che, quando Nicholas non era ancora nato, aveva già venduto l'anima al diavolo di Mani Pulite. È più di un quarto di secolo che la sinistra insegue la mitologia berlingueriana della questione morale.

20 Marzo 2018

Come era prevedibile, Vladimir Putin stravince le presidenziali russe superando il 70% dei consensi. Il suo record personale. La prima volta Putin venne eletto nel 2000; l’unica volta in cui non poté partecipare perché arrivato a due mandati consecutivi fu nel 2008: allora il fedele Medvedev, ex primo ministro, corse al suo posto e Putin divenne primo ministro. 

15 Marzo 2018

Gli alfieri della Brexit - quelli che hanno imposto a Cameron la roulette russa del referendum - non pensavano affatto che l’uscita dall’Ue avrebbe rafforzato il legame transatlantico del Regno Unito con gli Usa, ai tempi, peraltro, apparentemente indirizzati verso una presidenza Clinton e dunque verso una strategia di continuità con quella di Obama. 

13 Marzo 2018

Ha ragione Steve Bannon. Ha ragione perché lo scontro politico elettorale, come dice, è ormai quello tra globalisti e nazional-populisti, non (più) quello destra vs sinistra. Ha ragione quando dice che la storia è dalla parte dei nazional-populisti, negli USA e in Europa. Ha ragione quando dice che l’Italia potrebbe essere determinante per l’implosione dell'UE e dell’Euro.