Istituzioni ed economia

02 Settembre 2019

Il centrodestra, o più probabilmente "la destra", vista la salvinizzazione della quota di maggioranza del polo e la radicalizzazione (quasi caricaturale, sia detto absit iniuria verbis) di Giorgia Meloni, si appresta a ricompattarsi all'opposizione. Terminata la stagione bipolare, il centrodestra si trovò compresso tra la post-politica grillina e il nuovismo renziano, ma il revival nazionalista lo ha complessivamente rivitalizzato, tamponando l'invitabile, tardo-berlusconiana perdita della vocazione maggioritaria. 

02 Settembre 2019

Un governo per fare cosa? È difficile commentare una crisi a tratti ridicola eppure tanto drammatica. Il rischio che nuove giravolte rendano anacronistica ogni considerazione è sempre dietro l'angolo. Tuttavia, vale la pena ragionare sulle implicazioni di politica economica (cioè sulle nostre vite). Non è facile capire le intenzioni programmatiche di Pd e 5 stelle. 

30 Agosto 2019

Il Conte II non ha alcun precedente nella storia dell’Italia dell’ultimo secolo, se non il governo Badoglio II, che segnò il compromesso tra la Monarchia e il CLN, dopo che il Badoglio I era nato per “neutralizzare” l’Italia dalla guerra e consolidare un regime autoritario post-fascista in grado, nell’illusione del Re e delle élite militari e civili di quel che rimaneva della nazione, di far sopravvivere un simulacro di Stato sovrano in una terra divenuta un campo di battaglia tra truppe straniere. 

29 Agosto 2019

Ieri, sulle pagine de Il Foglio, Claudio Cerasa dindicava la 'discontinuità' intrinseca del nuovo governo Conte nel fatto che il M5S avesse deciso di fare una maggioranza con il PD: «passare nel giro di poche settimane dal governare con un altro partito populista e antieuropeista al governare con un partito non populista è il segno non solo di una resa ma di una certificazione plastica di discontinuità con il passato».

29 Agosto 2019

L’annunciato Governo PD/M5S, nasce su una scivolosissima china dorotea, delimitata da un’ardita, quasi velleitaria, ipotesi politica, che dovrebbe contenerne, se non escluderne, tale natura. Ecco l’ipotesi: assicurare la “continuità” di governo, al soggetto politico più anticostituzionale della storia repubblicana, il M5S, già a Palazzo Chigi con Salvini: mentre si afferma di volerne mutare proprio questo costitutivo carattere.

28 Agosto 2019

I problemi interni del M5S sono stati ieri definitivamente “nazionalizzati” e battezzati problemi della Repubblica. L’assenza di un principio di autorità o di legittimazione, non così paradossale nei sistemi totalitari al collasso, ha trasferito la guerra di tutti contro tutti nella fattoria degli animali grillina nel cuore delle istituzioni. 

27 Agosto 2019

In questa pazza crisi di governo estiva (che in realtà è una crisi profonda di tutta la politica italiana, ogni anno più in difficoltà e meno in grado di risollevarsi dal baratro in cui è precipitata da tempo) c’è stato un gigantesco rumore di fondo sulle “elezioni sì o no”, accompagnato dal rumore sul “Conte-bis sì o no”, che ha impedito all’opinione pubblica di ascoltare le proposte di chi si accinge a governare l’Italia, passando o meno dalle urne.


23 Agosto 2019

Facciamo uno di quegli scenari che tanto piacciono agli “analisti” politici. Come è abbastanza evidente, Zingaretti non ha alcun interesse a prorogare una legislatura segnata, in ogni caso, dal fallimento del governo gialloverde e dalla dominanza renziana sui gruppi parlamentari del PD.