Diritto e libertà

23 Gennaio 2015

Domenica 11 gennaio i media di mezzo mondo trasmettevano le immagini del grande rassemblement di Parigi. La più grande manifestazione francese dai tempi del secondo conflitto mondiale ha visto scendere in piazza le famiglie delle vittime, assieme a 44 capi di Stato e di Governo e a un milione e mezzo di persone. Eravamo tutti Charlie, per la causa della libertà d'espressione.

22 Gennaio 2015

La strage alla redazione di Charlie Hebdo ci ha scosso nel profondo, e a distanza di vari giorni continua, inevitabilmente, ad essere centrale nel dibattito. Rispetto ad altri attentati che hanno insanguinato l'Occidente, quello del 7 gennaio è stato accompagnato da un'onda emotiva eccezionale, e questo è in parte significativa legato al fatto che sia stato assaltato un giornale e che quindi sia stata direttamente colpita la "libertà di espressione".

17 Gennaio 2015

Di riscatti e liberazioni di ostaggi è, per molte ragioni, difficile parlare, dato che le opzioni di fondo, in situazioni come queste, sono la vita e la morte. Non la vita e la morte come concetti astratti. No. La vita e la morte (anzi, la vita o la morte) di persone in carne e ossa, delle quali conosciamo nome e cognome e lineamenti. Una scelta o l'altra (pagare, non pagare) spesso equivale, per chi ha la responsabilità di decidere, a premere un grilletto.

14 Gennaio 2015

In questi giorni sembra che ci sia una lotta tra libertà d'espressione e libertà religiosa. La memoria corta è uno dei mali maggiori di questo tempo: non molti ricordano, infatti, che la libertà d'espressione ha matrici religiose. L'esigenza di poter dire quel che si vuole — sulla religione, nello specifico — nasce parallelamente in ambito ebraico e protestante.

14 Gennaio 2015

Ieri, 13 gennaio 2015, il Parlamento Europeo ha deciso, per la terza volta in 25 anni, di cambiare le regole per l'autorizzazione alla semina di Organismi Geneticamente Modificati sul territorio comunitario. La nuova Direttiva, che sostituirà la 2001/18 attualmente in vigore, vedrà così la luce dopo una gestazione durata più di 4 anni e caratterizzata da serrate negoziazioni e difficili compromessi.

13 Gennaio 2015

I drammatici fatti del 7-9 gennaio a Parigi hanno riacceso l'attenzione dell'opinione pubblica europea sul terrorismo di matrice religiosa che – da ormai quasi tre lustri – colpisce in modo irregolare e con inaudita ferocia obbiettivi civili del mondo occidentale. Forse sottovalutando l'importanza della strage di Atocha alcuni commentatori hanno parlato di un "11 settembre europeo".

10 Gennaio 2015

Nel giro di poco c'è stata una polarizzazione delle posizioni, espresse principalmente on-line, in quelli che dicono "Io sono Charlie" e quelli che invece "Io no". Indipendentemente dal fatto che probabilmente significa soltanto che un mondo sempre più interconnesso permette al singolo di esprimere la propria ignoranza travestendola da impegno sociale, ragioniamo su che cosa dovrebbe significare essere o non essere Charlie.

05 Gennaio 2015

Quelli che seguono sono  gli articoli della legge che prevede il licenziamento per i dipendenti pubblici in una molteplicità di circostanze (compresa la giustificazione dell'assenza dal servizio mediante una certificazione medica falsa) e gravi sanzioni per i medici che producono false certificazioni di malattia. Se la legge esiste, è necessario approfondire le ragioni per le quali risulta completamente inapplicata.