Terza pagina

15 Settembre 2016

Sono passati più di 160 anni da quando un Gustave Flaubert esasperato dall'ottusa incomprensione dei suoi contemporanei esclamò 'Madame Bovary c’est moi': ma lui era un fine intellettuale dell’Ottocento e la sua provocazione probabilmente scivolò addosso ai più, come tra qualche giorno scivolerà nell’oblio la scomparsa di una ragazza che ha ceduto sotto il peso schiacciante di una società fondamentalmente maschilista.

08 Settembre 2016

L’8 settembre 1966 andava in onda negli Stati Uniti il primo episodio di Star Trek, serie televisiva destinata, insieme ai numerosi seguiti e alle versioni per il grande schermo, a esercitare un’influenza smisurata sull’immaginario di tre generazioni di spettatori, presentando un futuro in cui la creatività e la conoscenza scientifica hanno eradicato povertà e malattie, e in cui i popoli hanno conseguito una pace duratura.

06 Settembre 2016

In questi giorni attorno al Festival dell’Unità di Torino si è scatenata una polemica circa l’opportunità o meno della presenza di Gigi d’Alessio a una delle serate in programma. Il famosissimo neomelodico napoletano ha dapprima accettato entusiasticamente l’invito, per poi declinarlo in seguito ad alcune polemiche che erano insorte.

18 Agosto 2016

Sarà perché hanno inventato gli smartphone, o chissà perché, ma appare evidente, negli ultimi decenni, che una specie di epidemia refrattaria a qualsiasi regime dietetico colpisce i quarantenni. Si direbbe che, appena superata la fatidica fascia degli '-anta', quasi tutti incorrono in una specie di mutazione genetica. Non sono più solo persone. Sono fotografi.

16 Agosto 2016

Come ogni quattro anni, le Olimpiadi accendono un dibattito sulla natura militare dei gruppi sportivi italiani. A Rio, su 297 atleti italiani convocati, ben il 59% è parte di un gruppo militare o di un corpo civile dello Stato. Gli “atleti di stato” sono una tradizione che nasce quasi in contemporanea con le olimpiadi moderne e sono ormai, almeno in occidente, una caratteristica piuttosto rara.

05 Agosto 2016

Finalmente posso dirlo. Da torinese, lettrice e appassionata di libri, oltre che da persona che lavora nel mondo dell’arte e della cultura da più di vent’anni (in maniera del tutto indipendente), devo confessare che spesso e volentieri ultimamente, e in tempi non sospetti, ho disertato il Salone del Libro, e non solo per la confusione e il caos generale che vi regnavano.

29 Luglio 2016

Mi sono seduto dalla parte del torto perché tutti gli altri posti erano già occupati, recita un noto verso di Bertolt Brecht. Chi non si è mai identificato, almeno una volta nella sua vita, in queste parole? Viviamo in tempi particolarmente difficili e violenti, se non oscuri, in cui a volte è difficile immaginare il futuro che ci aspetta. Uno spettro si aggira per l’Europa, ma, sicuramente qualcuno lo avrà già detto, non è quello di Marx, bensì il terrore.

28 Luglio 2016

Non troppo tempo fa, la cronaca ‘etnica’ era affidata a blog specializzati nel collezionare tutti i crimini degli immigrati. Ovvero, fatti più o meno verificabili appartenenti alla cronaca locale, spesso estera, che di norma non finirebbero mai su carta o in un tg. Questa nicchia tra lo pseudo-giornalismo e la pura propaganda è sempre stata un mondo a sé, finché non ha finito col contaminare l’informazione mainstream.