Istituzioni ed economia

31 Luglio 2014

L'impossibilità per questo disgraziato paese di sopravvivere a sé stesso in assenza di feroci vincoli esterni è ben evidenziata sull'ultimo post del blog del Commissario alla Revisione della Spesa, Carlo Cottarelli, che lamenta l'abitudine di utilizzare la promessa di futuri tagli di spesa (lineari o da individuare mediante spending review) come copertura finanziaria per l'introduzione di nuova spesa. Un'abitudine che ha già consentito di impegnare, per il 2015, 1,6 miliardi di euro non ancora risparmiati.

24 Luglio 2014

Ricordate Alexandr Litvinenko? Il dipendente dell'FSB divenuto oppositore di Putin e morto per avvelenamento da polonio a Londra, dove si era rifugiato dopo aver denunciato Putin, la FSB, ed il regime criminale al potere in Russia? Bene, su quel Litvinenko il Regno Unito ha deciso di avviare un'inchiesta. L'ha fatto ora, dopo l'MH17 – l'aereo malesiano abbattuto sui cieli dell'Ucraina occupata dai ribelli filo-russi - e le quasi 300 vittime (poche delle quali in realtà con passaporto britannico), come se effettivamente quel missile sparato a caso per colpire l'Ucraina filo-europea fosse davvero il game-changer di cui continuano a parlare gli americani.

17 Luglio 2014

Dopo mesi di continui attacchi contro le cosiddette liste bloccate, gli italiani hanno avuto l'opportunità, alle ultime elezioni europee, di brandire quello che da molti è considerato il vero strumento della rappresentanza democratica, senza il quale non sarebbe neppure corretto parlare di vera democrazia: il voto di preferenza. Vediamo come è andata.

17 Luglio 2014

Pretendere che l'Unione europea - tra le organizzazioni politiche più complesse che la storia ricordi - riuscisse in poco meno di tre giorni a decidere da chi (e come) farsi governare nei prossimi cinque anni era probabilmente troppo.

14 Luglio 2014

Appena caduto come Primo Ministro, nel 2007, Tony Blair viene nominato “inviato del Quartetto (Onu, Usa, Russia, Ue) per il Medio Oriente” – un ruolo di mediazione nel conflitto israelo-palestinese all’interno di area sensibile, in cui sono nel frattempo cambiati i protagonisti e gli equilibri/squilibri geopolitici, scomparsi alcuni stati e mutati gli obiettivi “di pace”. All’epoca il nemico dell’occidente era il terrorismo quaedista – contro il quale Blair ha ingaggiato insieme agli Usa allora presieduti da George W. Bush due guerre.

07 Luglio 2014

Il teatrino delle riforme si trascina secondo un prevedibile copione. L'obiettivo del PD è di tenere in piedi la logica dei due forni, per costringere Berlusconi a tener fede ai propri impegni, non per aprire a Grillo uno spiraglio in un accordo, che così com'è (sempre che tenga), al PD va benissimo e che eventuali modifiche renderebbero più difficile da conseguire e da difendere. La strategia del M5S è quella di far pesare sul PD e pagare a Renzi le scelte più discutibili e impopolari dell'accordo con il Cav., a partire dalla "nomina" dei deputati, non di sostituirsi al Caimano come contraente di un accordo per definizione compromissorio e al ribasso (come da quelle parti si giudichi qualunque intesa che non fotocopi il loro cosiddetto "programma").

03 Luglio 2014

Il giorno dopo gli arresti spettacolari e la detenzione di 16 ore en garde à vue, Nicola Sarkozy concede un'intervista televisiva andata in onda ieri sera alle 20 su TF1 e Europe 1, per difendersi a cospetto dei compatrioti contro lo spettacolo manettaro messo in scena con l'unico obiettivo – secondo l'ex Presidente della Repubblica - di umiliarlo.

27 Giugno 2014

Crediamo che nessun osservatore possa seriamente negare che lo streaming è solo uno dei format attraverso i quali va oggi in scena lo spettacolo della politica nostrana e che la pretesa che esso serva a rendere il processo politico più trasparente è totalmente infondata. Anche tra i non addetti ai lavori questa consapevolezza è sempre più diffusa, almeno tra quanti non si fanno catturare dalle retoriche fluttuanti nel nostro incerto e approssimativo dibattito pubblico e ragionano sulla politica e la sua comunicazione in modo serio e informato, anche se non necessariamente "professionale".