Istituzioni ed economia

20 Gennaio 2014

E' da almeno 20 anni che in Italia si discute di legge elettorale seguendo tre totem apparentemente indiscutibili: la "governabilità", la "stabilità" e il "no al proporzionale" considerato dai più l'antidoto per eccellenza ai primi due.
La ragione di questo approccio è una reazione, un po' isterica e irrazionale, al sistema di potere che ha governato il paese durante la cosiddetta Prima Repubblica. Quel sistema, lo ricordo per gli smemorati, si reggeva sul presupposto (politico, storico e di rapporti internazionali) che il PCI non potesse governare e che la DC fosse il perno del sistema intorno al quale, con diversi più piccoli alleati che cambiavano nel tempo, costruire dei governi brevi che potessero rispecchiare i microequilibri politici del momento. Una palude immobile e insieme ipercinetica, con esecutivi che hanno sempre visto la DC dare le carte, ma che sono durati, in media, circa 8 mesi.

20 Gennaio 2014

Mentre la crisi imperversa all'interno dell'Unione Europea e molti cittadini degli Stati membri si trovano senza lavoro, la Commissione Europea e il Servizio Europeo per l'Azione Esterna, spendono più di un miliardo in aiuti verso l'Autorità Palestinese. Aiuti cospicui, si parla di più di 150 milioni di euro nel 2012, ma di cui il governo palestinese ha fatto un uso poco chiaro. E' quanto scrive la Corte dei Conti Europea nel suo rapporto sul meccanismo di sostegno finanziario diretto (SFD) Pegase.

13 Gennaio 2014

Matteo Renzi ha aperto, dalle pagine del suo sito, una discussione pubblica sulle linee guida che dovrebbero ispirare il suo JobsAct, ovvero la riforma del mercato del lavoro e degli ammortizzatori sociali. Qui il testo integrale oggetto del dibattito. Strade partecipa alla discussione, attraverso i suoi collaboratori più esperti. Oggi presentiamo le osservazioni di Carmelo Palma. Qui e qui gli interventi di Mario Seminerio e Riccardo Puglisi.

13 Gennaio 2014

"Il debito pubblico opererà prevedibilmente come un vincolo significativo nelle opzioni fiscali e politiche fino al 2030 e oltre. L'abilità dei governi di tenere il debito sotto controllo e trovare nuove modalità di erogazione dei servizi pubblici condizionerà la loro capacità di rispondere alle maggiori sfide sociali, economiche ed ambientali". Quel che si legge nelle schede di presentazione di "Future Stato 2030", un rapporto di KPMG sullo stato futuro del mondo, offre uno scenario estremamente complesso, al cui confronto il dibattito politico quotidiano di piccolo cabotaggio impallidisce e appare miserevole.

11 Gennaio 2014

Matteo Renzi ha aperto, dalle pagine del suo sito, una discussione pubblica sulle linee guida che dovrebbero ispirare il suo JobsAct, ovvero la riforma del mercato del lavoro e degli ammortizzatori sociali. Qui il testo integrale oggetto del dibattito. Strade partecipa alla discussione, attraverso i suoi collaboratori più esperti. Oggi presentiamo le osservazioni di Riccardo Puglisi. A questo link quelle di Mario Seminerio, pubblicate ieri.

10 Gennaio 2014

Matteo Renzi ha aperto, dalle pagine del suo sito, una discussione pubblica sulle linee guida che dovrebbero ispirare il suo JobsAct, ovvero la riforma del mercato del lavoro e degli ammortizzatori sociali. Qui il testo integrale oggetto del dibattito. Strade partecipa alla discussione, attraverso i suoi collaboratori più esperti. Come primo contributo, pubblichiamo alcune osservazioni di Mario Seminerio.

09 Gennaio 2014

È il meetup, bellezza, e tu non puoi farci niente. La base del Movimento 5 stelle sta evidenziando in questi mesi profonde difficoltà organizzative. La mancanza di una filiera decisionale chiara, l’orizzontalità esasperata con la quale si formula qualunque tipo di decisione e l’eccessivo protagonismo di alcuni dei militanti stanno generando particolarismi e distanze complicati da sanare.

07 Gennaio 2014

La sentenza della Consulta che ha decretato l'incostituzionalità del cosiddetto "Porcellum" ha accelerato notevolmente il dibattito sulla riforma delle legge elettorale ed adesso è abbastanza probabile che le forze politiche addivengano ad un accordo già nel mese di gennaio.