Gli elicotteri del fondo monetario internazionale

10 Gennaio 2014

Comma 5 dell’art.1 del decreto legge 133:

L’eventuale differenza tra l’ammontare dell’imposta municipale propria risultante dall’applicazione dell’aliquota e della detrazione per ciascuna tipologia di immobile di cui al comma 1 deliberate o confermate dal comune per l’anno 2013 e, se inferiore, quello risultante dall’applicazione dell’aliquota e della detrazione di base previste dalle norme statali per ciascuna tipologia di immobile di cui al medesimo comma 1 è versata dal contribuente, in misura pari al 40 per cento

Tranquilli, non ci siamo dimenticati di voi. Stiamo arrivando.

27 Dicembre 2013

From: IMF Agent in Rome - "Coliseum Storm" preparation

To: IMF Headquarter, Washington DC

Dear Sir,
Italian government is passing a decree called "Decreto Milleproroghe". Let's translate it as "One Thousand Postponements Act". As you can see in our past reports, it's a yearly act they use to postpone deadlines, bail-out municipalities and public companies, spend some money more. They have institutionalized delays! We are learning that there is no real deadline in this beautiful but ****ed country, everything can be postponed. Some unacceptable measures of that stupid decree called "Salva Roma" ("Save Rome") - blocked by our secret agent in Rome (G.N. 1925) - are now part of Milleproroghe. They never learn. Please, warm up engines.

elicotteri

23 Dicembre 2013

Da un articolo di Sergio Rizzo sul Corriere apprendiamo che otto parole magiche inserite dal senatore di Forza Italia Francesco Aracri in un emendamento al cosiddetto "decreto salva-Roma" sono state sufficienti per conferire ai sindacati delle aziende municipalizzate della capitale il potere di veto sulle ristrutturazioni aziendali.

Sì, avete capito bene: non si licenzia nessuno se i sindacati non sono d'accordo. Per legge.

Grazie al partito di Berlusconi, quello della "rivoluzione liberale".

18 Dicembre 2013

Il Servizio Studi della Camera dei Deputati ha pubblicato il dossier di documentazione degli emendamenti al ddl Stabilità 2014 approvati dalla Commissione Bilancio e trasmessi all'Aula.

Della famigerata Web Tax, introdotta nel testo dall'emendamento d3el democratico Fanucci (in versione modificata all'ultimo secondo), i tecnici parlamentari scrivono:

"Il comma 17-bis non appare compatibile con la normativa comunitaria in materia di libertà di circolazione di beni e servizi." Leggi tutto...

08 Dicembre 2013

Dunque il 9 dicembre si fermano. Chi? I "veri italiani", dicono.

E sono proprio loro, gli italiani veri, quelli che bloccheranno le strade di tutta Italia.

Quelli che parlano dell'apertura delle frontiere e della globalizzazione come "causa dei problemi", dell'euro come del nemico, di "identità del paese" in un paese che non l'ha mai avuta.

Sono proprio i veri italiani: non capiscono nulla dei problemi, né delle possibili soluzioni. Ma, come sempre, rompono le scatole a chi vorrebbe lavorare.

02 Dicembre 2013

Può accadere che le informazioni tra amministrazione tributaria e contribuenti passino attraverso una serie infinita di comunicati stampa, regolarmente in contraddizione l'uno con l'altro? E può accadere che uno di questi comunicati attribuisca una "interpretazione definitiva" ad una normativa che lo stesso ministero delle finanze può ancora riservarsi il diritto di cambiare in corso d'opera? Andrea Arrigo Panato segnala che "nonostante sia stato pubblicato nella giornata di sabato 30 novembre un nuovo ed a prima lettura “definitivo” comunicato stampa sugli acconti di imposta per i soggetti IRES, da una attenta analisi del DECRETO-LEGGE 30 novembre 2013, n. 133 Disposizioni urgenti concernenti l'IMU, l'alienazione di immobili pubblici e la Banca d'Italia. (13G00177) si evince che gli acconti di imposta potrebbero subire modifiche fino al due dicembre".

Nessuna certezza per i contribuenti e per i commercialisti fino a nuovo ordine, quindi. Nessuna certezza, tranne una: c'è un disperato bisogno di noi.

21 Novembre 2013

Lo scorso 18 novembre é stata diramata la lista ufficiale delle 6 cittá italiane che si contenderanno la designazione come capitale euoropea della cultura nel 2019. Si tratta di Cagliari, Matera, Siena, Lecce, Perugia, Ravenna. Il governo italiano é chiamato a una decisione definitiva con i partners europei nel 2014.

Dal FMI ci fanno sapere di essere pronti a lasciar decollare gli elicotteri qualora Roma non puntasse su Cagliari. Non per risarcimento a fronte della brutta alluvione che ha colpito la Sardegna nei giorni scorsi. Ma per fornire un'occasione di apertura internazionale ad una terra che, piú di altre, sta pericolosamente isolandosi dalle rotte economiche, culturali e civili che meriterebbe di percorrere.

09 Novembre 2013

Dal Corriere di oggi:

per quanto riguarda l’IMU, le imprese nel 2014 pagheranno 7,3 miliardi (+50,4% rispetto al 2011), mentre per la Trise il costo a carico degli imprenditori sarà pari a 5,5 miliardi (+52,8% rispetto al 2011). Tra il 2011 e il 2014, l’aumento medio annuo della tassazione immobiliare sulle imprese è stato del 14,8%

Tra gli arditi neologismi ai quali ormai siamo abituati, questa "patrimoniale sul lavoro" e sul sistema produttivo che dovrebbe tenere in piedi quel che rimane del paese, rischiava di sfuggirci. Inutile dire che arriveremo, prima o poi. Se ci sarà ancora qualcosa da salvare.