Diritto e libertà

13 Luglio 2017

E se a proposito dei cosiddetti reati di opinione si provasse a spostare la discussione dal piano dei principi a quello delle conseguenze e da quello della santità dei fini a quello dell'adeguatezza dei mezzi? Visto che il bene giuridico che la legge penale deve tutelare è la libertà politica e civile potenzialmente minacciata dai fanatici nostalgici, è preferibile porre la questione in termini di efficienza.

12 Luglio 2017

A circa un anno di distanza dalle polemiche sul cosiddetto “reato di negazionismo”, si torna a parlare in Italia di reati d’opinione, e in questo caso di un reato già sanzionato dal nostro codice penale come l’apologia di fascismo. A scatenare il dibattito l’episodio della spiaggia fascista di Chioggia, cui è seguita la proposta di legge di Emanuele Fiano (Pd) che intende restringere ulteriormente i margini entro cui è possibile esibire simboli o gestualità che si richiamano al regime mussoliniano.

06 Luglio 2017

Charlie Gard è nato il 4 agosto del 2016, e sulle prime sembrava essere un bimbo in salute. Solo dopo poco tempo ha cominciato a manifestare i primi sintomi della malattia della quale è affetto, la sindrome di deplezione del DNA mitocondriale, ed è stato ricoverato a ottobre al Great Ormond Street Hospital di Londra, dove si trova tuttora.

22 Giugno 2017

La Corte di Giustizia dell’Unione Europea ha stabilito che in assenza di prove scientifiche certe che escludano il nesso di causalità tra l’assunzione di un vaccino e l’insorgenza di una malattia, questo nesso possa essere riconosciuto dal giudice di uno Stato membro in virtù di 'indizi gravi, precisi e concordanti' presentati dal ricorrente.

12 Giugno 2017

Immaginate se tutta la campagna per la prevenzione dei tumori fosse giocata sul senso del dovere. Se si dicesse: 'Chi non si sottopone allo screening per il tumore del colon è un pazzo irresponsabile!' Se la motivazione per cui sottoporsi al disagio di una colonscopia o al rischio di radiazioni di una mammografia fosse che chi non si sottopone a controlli regolari rischia di avere una diagnosi di cancro quando la malattia è più avanzata, aumentando i costi per tutta la società. Chi lo farebbe?

06 Giugno 2017

Il libro di Piercamillo Davigo e Sebastiano Ardita (‘Giustizialisti. Così la politica lega le mani alla magistratura’, pref. M.Travaglio, PaperFirst, Roma 2017) è, in primo luogo, un'apologia della magistratura. Ora, si sa che le apologie sono più belle se a fartele sono gli altri: come quando Calamandrei scrisse, tanti anni fa, l'Elogio dei giudici scritto da un avvocato, o anche quando, tempo dopo, Borgna scrisse una Difesa degli avvocati scritta da un pubblico accusatore.

06 Giugno 2017

Per parlare della nuova inchiesta, autopubblicata, di Vittorio Pezzuto sul caso Marta Russo (Marta Russo. Di sicuro c’è solo che è morta, disponibile solo su Amazon) ha senso, forse, partire dalla fine. Dall’Epilogo del libro, che comincia a pagina 634 e che si apre con la citazione di uno strillo sparato sulla prima pagina del Fatto Quotidiano il 9 settembre 2015.

02 Giugno 2017

L’articolo "Occhio alle norme ‘ad stadium’ nella manovrina" conteneva una descrizione dell’art. 62 del decreto correttivo (la cosiddetta manovrina) all’interno della quale sono stati evidenziati i grossi problemi applicativi ed interpretativi che una conversione in legge delle modifiche alla disciplina normativa in materia di stadi avrebbe comportato anche – e non solo – rispetto ai procedimenti amministrativi in corso, come quello finalizzato alla realizzazione dello stadio della A.S. Roma nell’area di Tor di Valle.